Contributo di SALVETTI

L’attività fisica nel tempo libero attenua o elimina l’associazione positiva tra obesità e ipertensione arteriosa?

Does leisure-time physical activity attenuate or eliminate the positive association between obesity and high blood pressure? Werneck AO, Oyeyemi AL, Gerage AM, Cyrino ES, Szwarcwald CL, Sardinha LB, Silva DR. J Clin Hypertens 2018 20:959-966. doi: 10.1111/jch.13292
PMID: 29693793

We examine the joint association of weight status and leisure-time physical activity on high blood pressure in a nationally representative sample of adults and older adults in Brazil. This was a national cross-sectional survey conducted in Brazil in 2013 (Brazilian Health Survey). The sample consisted of 59 402 participants (56% women, aged 18 to 100 years). Outcome was objectively assessed blood pressure. Body mass index (BMI) was objectively measured, while self-reported information on leisure time physical activity, TV viewing, chronological age, race, educational status, tobacco smoking, sodium consumption, and hypertension medication was obtained using questionnaires. Logistic regression analysis with adjusted odds ratio was conducted to test the joint association of BMI and leisure-time physical activity categories on high blood pressure. Overall, compared to normal weight (NW) and physically active group, the NW/inactive (OR = 1.28; 1.04 to 1.58), overweight/active (OR = 1.38; 1.08 to 1.78), overweight/inactive (OR = 1.89; 1.53 to 2.33), obese/active (OR = 2.19; 1.59 to 3.01) and obese/inactive (OR = 2.54; 2.05 to 3.15) groups were 28% to 254% more likely to have high blood pressure. The attenuation and high blood pressure was greater for women and adults than for men and older adults. Thus, leisure-time physical inactivity and being overweight and obesity were associated with high blood pressure in Brazilian population. Engaging in sufficient level of physical activity during leisure could attenuate, but not eliminate, the negative influence of obesity on high blood pressure in Brazilian adults and older adults.

L’attività fisica nel tempo libero attenua o elimina l’associazione positiva tra obesità e ipertensione arteriosa?

Abbiamo esaminato l’associazione congiunta del peso corporeo e dell’attività fisica nel tempo libero sull’ipertensione arteriosa in un campione rappresentativo a livello nazionale di adulti e anziani in Brasile. Si tratta di una indagine nazionale trasversale condotta in Brasile nel 2013 (Brazilian Health Survey). Il campione era composto da 59.402 partecipanti (56% donne, età compresa tra 18 e 100 anni). La pressione arteriosa è stata misurata direttamente. Anche l’indice di massa corporea (BMI) è stato misurato oggettivamente, mentre le informazioni riguardanti l’attività fisica nel tempo libero, il tempo trascorso alla TV, l’età, la razza, il titolo di studio, il fumo, il consumo di sodio e la terapia antipertensiva sono stati auto-riportati utilizzando questionari. È stata condotta un’analisi di regressione logistica, con odds ratio aggiustato, per valutare l’associazione congiunta tra il BMI e le categorie di attività fisica nel tempo libero con l’ipertensione arteriosa. Complessivamente, rispetto al normopeso (NW) e al gruppo fisicamente attivo, i gruppi NW/inattivo (OR = 1.28; 1.04 a 1.58), sovrappeso/attivo (OR = 1,38; 1,08-1,78), sovrappeso/inattivo (OR = 1,89; 1,53-2,33), obeso/attivo (OR = 2.19; 1.59 a 3.01) e obeso/inattivo (OR = 2.54; 2.05 a 3.15) avevano tra il 28% e il 254% in più di probabilità di avere elevati valori di pressione arteriosa. L’attenuazione dell’ipertensione arteriosa era maggiore per le donne e gli adulti rispetto agli uomini e agli anziani. Pertanto, l’inattività fisica durante il tempo libero, il sovrappeso e l’obesità erano associati ad elevati valori di pressione arteriosa nella popolazione brasiliana. Eseguire un livello sufficiente di attività fisica durante il tempo libero potrebbe attenuare, ma non eliminare, l’influenza negativa dell’obesità sugli elevati valori di pressione arteriosa nei brasiliani adulti e anziani.


COMMENTO

In questo studio osservazione cross-sectional gli autori (AA) hanno valutato l’influenza della attività fisica sulla presenza di ipertensione arteriosa in 59.402 soggetti (65% donne) brasiliani di età compresa fra 18 e 100 anni. Gli AA hanno osservato che l’attività fisica riduce, ma non elimina, l’influenza negativa del sovrappeso e dell’obesità (valutati con la misura diretta del BMI) sulla presenza di ipertensione arteriosa. Inoltre hanno osservato che l’effetto dell’attività fisica è più evidente nelle donne e negli adulti (età 18-64,9 anni).

Questo studio ha due importanti indicazioni: 1) l’attività fisica è sempre raccomandabile e utile; 2) sovrappeso e obesità devono essere prevenute perché se presenti, aumentano comunque il rischio di sviluppare ipertensione arteriosa.

Tuttavia questo studio osservazionale trasversale, che ha il pregio di avere valutato una ampia popolazione con misurazione corretta della pressione arteriosa e del BMI (che comunque è una misura assai incompleta del tipo di sovrappeso ed obesità), ha almeno 3 importanti limitazioni:

  1. l’attività fisica viene valutata come attività nel tempo libero tramite questionari (validati) e quindi non quantizzabile
  2. i dati sull’effetto della attività fisica sulla PA per sesso ed età risentono dell’incapacità di quantizzare l’entità dell’attività fisica
  3. i dati vengono “aggiustati” per l’entità di introduzione sodica e di glucosio e sui dati (limitati ed incompleti) dello stato socio-economico. Tutte queste informazioni sono sempre ottenute da questionari e non valutate direttamente.
2018-07-02T11:27:16+02:00

About the Author:

Leave A Comment

LOGIN SOCI